I 5 usi degli olii essenziali

I 5 usi degli olii essenziali
Photo by Priscilla Du Preez on Unsplash

In questi ultimi anni mi sono diretta sempre più verso l’uso di prodotti naturali, soprattutto per la casa. Gli olii essenziali sono parte di questa filosofia di vita. Hanno tantissime proprietà ed usi e in internet trovate centinaia di guide su come usarli, quindi io in questo articolo mi limito a raccontarvi i 5 usi degli olii essenziali che faccio io.

Acqua profumata

Non usando ammorbidente e profumi in fase di lavaggio, i panni hanno sempre un odore neutro. Per dare un pochino di profumo e per stirare più facilmente, è da un po’ di tempo che preparo uno spray con un’acqua profumata aggiungendo l’olio essenziale che più mi piace in quel determinato periodo. Solitamente uso la lavanda.

DOSI – Per prepararla serve solo uno spruzzino, 500ml acqua, 50gr alcool e 50gocce olio essenziale preferito. Si mettono tutti gli ingredienti direttamente nello spruzzino e si agita. Pronta!

La spruzzo anche per profumare i cuscini del divano, i tappeti, le lenzuola quando rifaccio il letto e anche sui sedili della macchina (dopo che l’ho pulita!)

Aerosol

Nell’articolo riguardante come uso l’olio essenziale di eucalipto (lo trovate qui) vi ho già raccontato che, durante la stagione fredda, uso fare dei cicli di aerosol solo di soluzione fisiologica e qualche goccia di olio essenziale. Quello che uso più frequentemente è l’eucalipto ma mi piace anche quello di tea tree che è molto efficace per trattare le vie aeree.

Diffusore

In tutte le stagioni, ogni scusa mi è buona per accendere una candela o un diffusore. Adoro le candele profumate ma, almeno in camera da letto, sto evitando di accenderle e sto preferendo proprio il diffusore con le candele di soia e un olio essenziale. Durante il giorno mi piace sentire il profumo del bergamotto, l’anice stellato e l’eucalipto, la sera invece amo la lavanda e la salvia.

DOSI – Ne bastano una ventina di gocce nell’acqua del diffusore per sprigionare nell’aria un profumo buonissimo e 100% naturale, tranquillamente respirabile.

Detergenti per la casa

Da qualche anno ho abbandonato i detersivi e detergenti per la casa classici e faccio tutto con due prodotti concentrati che diluisco al bisogno e qualche additivo. Nell’articolo relativo al percarbonato di sodio (lo trovate qui) ho parlato di come uso proprio l’olio essenziale di eucalipto per lasciare un po’ di profumo dopo che ho pulito e anche per ottenere una soluzione igienizzante.

DOSI – contando che stiamo parlando di prodotti del tutto naturali, per un potere igienizzante, ad esempio, servono una cinquantina di gocce in circa un litro di acqua caldissima e un cucchiaino di percarbonato di sodio. Con questa soluzione faccio diverse cose tra cui pulire il wc e i sanitari, pulire i piani della cucina, pulire il divano in similpelle, lasciare a bagno le spugne dopo che le ho usate, pulire la scarpiera. Se invece la vostra intenzione è solo quella di profumare, allora bastano una ventina di gocce da aumentare o diminuire a seconda dei gusti e delle esigenze.

Bagno caldo

In abbinamento al sale, gli olii essenziali sono l’ingrediente perfetto per un bel bagno caldo, rilassante, tonificante, purificante. A seconda dell’olio essenziale che si usa, si possono avere diversi effetti. A me piace molto usare quello di lavanda per rilassarmi ma anche quello al geranio e al sandalo, alla salvia e al ginepro. Quando sono raffreddata, trovo molto sollievo e beneficio usando quello di eucalipto e di tea tree. Quando invece sono giù di morale, mi immergo nell’anice stellato.

DOSI – Si può preparare il sale da bagno mescolando in una ciotola il sale con una ventina gocce di oli essenziali scelti, a seconda dei loro benefici, e versarli nell’acqua subito prima di immergersi.