Il magico potere del camminare (anche con il cane)

Il magico potere del camminare (anche con il cane)

Il magico potere del camminare (anche con il cane)

Per me camminare è sempre stato un anti stress naturale.

I giorni in cui riesco a farlo, sembra che tutto vada meglio.

Chi mi segue su Instagram vede spesso che pubblico le mie camminate con Milo, il mio mini cane ormai 11enne, compagno di tanti km insieme.

E’ un momento per me e per lui. L’unico momento della giornata in cui siamo da soli.

E quell’ora per noi ha una triplice funzione:

  • è il momento della giornata in cui dedico tempo al mio corpo, con l’attività fisica. Che sia mezz’ora, 40 minuti o 1 ora, quello è il momento in cui mi muovo.
  • è il momento in cui raccolgo i pensieri. Pianifico gli impegni, penso alla giornata, ed è proprio in quel tempo che spesso mi vengono nuove idee. Altra attività che mi piace fare mentre cammino è ascoltare audiolibri di formazione e crescita personale. E’ difficile per me avere altro tempo a disposizione per farlo durante il giorno e quindi ne approfitto.
  • è il momento in cui dedico tempo a Milo che durante il resto del giorno poi, effettivamente, non viene più molto considerato. Inoltre è un’occasione anche per lui per muoversi, correre, giocare, annusare e interagire con altri cani.

La routine della mia giornata prevede una camminata solitamente al mattino, appena alzata. E’ la prima cosa che faccio appena apro gli occhi, senza pensarci troppo. In alternativa, in quei giorni in cui la mattina non riesco ad organizzarmi o perchè il meteo non è favorevole, mi piace anche molto camminare la sera dopo cena. 40 minuti di passo svelto usano le mie ultime forze della giornata e dopo di che crollo a letto e dormo come un ghiro.

Amo camminare sia nella natura sia in città. Milo invece preferisce decisamente i campi dove può correre libero senza guinzaglio e senza pericoli. Purtroppo abitiamo in un posto dove non c’è molta natura e quindi bisogna accontentarsi di circuiti di stradine di campagna sempre un po’ monotoni.

Al contrario della maggior parte della gente, la mia stagione preferita per camminare è quella fredda, autunno ed inverno. Più freddo fa e più mi piace! Mi piace l’aspetto della natura intorno a me, mi piace il non sudare, mi piace scaldarmi man mano che mi muovo. Anche a Milo non piace il caldo ed infatti d’estate è sempre un problema convincerlo ad uscire per giri un po’ più lunghi.

Insomma, camminare è sicuramente un toccasana per mente e corpo e anche per i nostri compagni a quattro zampe. Fatelo con loro, mi raccomando!

Il magico potere del camminare (anche con il cane)